Controllo fumi caldaia a Cremona: modalità e tempistiche tecniche.

Quando si parla di manutenzione della caldaia si intendono due diversi tipi di operazioni: la pulizia e il controllo dei fumi.

Nello specifico parlando del nostro territorio, il Comune di Cremona è tenuto a verificare che queste operazioni di manutenzione vengano svolte correttamente dai cittadini cremonesi: dai proprietari degli immobili, dagli occupanti dell’immobili o dagli amministratori dei condomini (in caso di impianto centralizzato).

Secondo il Dpr 16 Aprile 2013, nr 74 la Dichiarazione deve essere presentata al Comune dal:
-manutentore per gli impianti di potenza autonomi domestici
-responsabile dell’esercizio e della manutenzione degli impianti termici o da qualche suo delegato.

Per quanto riguarda le tempistiche del controllo dei fumi si può dire che è necessario richiedere questo servizio:
-ogni 2 anni per le caldaie domestiche (impianti inferiore ai 35 KW)
-ogni anno per le caldaie con potenza compresa tra 35KW e 116KW alimentate a gas
-due volte all’anno per le caldaie con potenza compresa tra 35KW e 350KW e quelle di potenza superiore ai 350 KW.

E’ importante che tutti i cittadini si attengano a queste specifiche tempistiche grazie alle quali sarà anche possibile risparmiare tra i 50 e i 60 euro a famiglia, ogni 4 anni, per chi possiede un tipo di caldaia tradizionale.

Per la pulizia della caldaia invece, bisogna attenersi al libretto di istruzioni specifico dell’impianto termico, da quanto detto dall’istallatore dell’impianto o dal costruttore dei componenti.
In assenza di queste informazioni, va mantenuta la regolare pulizia ogni 2 anni.

Con il nuovo regolamento introdotto, le ispezioni cesseranno tranne che per particolari e specifiche situazioni come:
-impianti per cui non sia pervenuto il rapporto di controllo di efficienza energetica o per i quali in fase di accertamento siano emersi elementi di criticità,
-impianti dotati di generatori o macchine frigorifere con anzianità superiore a 15 anni.

Oltre ai controlli di efficienza energetica è obbligatorio anche pagare periodicamente il ticket, cioè la quota individuale che serve a finanziare le ispezioni.

Il costo dei bollini dal 1 Agosto 2012 sono:
-7 € per caldaie con potenza nominale inferiore a 35 KW (per impianti autonomi domestici)
-14 € per caldaie con potenza nominale compresa tra 35 e 50 KW
-80 € per caldaie con potenza nominale compresa tra 50,1 KW e 116,3 KW
-140 € per caldaie con potenza nominale compresa tra 116,4 e 350 KW
-190 € per caldaie con potenza nominale superiore a 350 KW.

 

Per maggiori informazioni sul controllo fumi e pulizie caldaie a Cremona vi lascio queste referenze:

-Caldaie: pulizia e controlli dei fumi. Stagione 2013/2014 (Comune di Cremona).

http://bit.ly/1f1yo1b

-Autodichiarazione del Comune di Cremona:

http://bit.ly/1jkxTod

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *