Come risparmiare sull’utilizzo del condizionatore?

Ogni anno finita l’estate rimaniamo sempre sbalorditi dalle bollette sul consumo energetico che risulta uno dei maggiori costi della casa.

La spesa media annuale per una famiglia italiana è di circa 1.000 euro solo per gli impianti di riscaldamento e raffreddamento.

Ma al condizionatore è impossibile rinunciare quando il clima si fa troppo caldo e umido come nelle nostre zone.

Vediamo quindi insieme come poter risparmiare e contemporaneamente aiutare il pianeta, ottimizzando l’utilizzo del condizionatore:

  • prima di parlare di risparmio, studiamo ed informiamoci bene su quale condizionatore scegliere. Anche se inizialmente può sembrarci caro, acquistare un buon condizionatore può garantirci un risparmio a lungo termine sulla bolletta.
  • è importante scegliere il condizionatore ideale anche a seconda del locale dove intendiamo posizionarlo e che ha bisogno di essere climatizzato. Un condizionatore unico per una casa troppo grande infatti può risultare troppo dispendioso in termini di energia e soldi. Meglio che ogni ambiente della casa abbia il proprio apparecchio di dimensioni e potenza più ridotte.
  •  importante è anche la temperatura che andiamo ad impostare. Non deve assolutamente essere troppo bassa nè per i consumi energetici eccessivi che può produrre nè per la nostra salute. Secondo gli esperti deve mantenersi tra i 25 e 27 gradi, sempre restando al massimo 6/7 gradi inferiore a quella esterna, per non creare uno sbalzo termico.  E’ importante anche non tenere acceso l’apparecchio per tutto il giorno. L’ideale sarebbe utilizzare un timer che metta in pausa il condizionatore ogni 20 minuti. Durante la notte il condizionatore sarebbe meglio rimanesse spento.
  • la posizione del condizionatore va studiata in modo da non esporlo a raggi solari che possano riscaldare l’apparecchio costringendolo a consumare di più. È bene tenere i bocchettoni in alto sulla parete, possibilmente lontani da ostacoli che possano inficiare sulla diffusione dell’aria.
  • non devono esserci dispersioni di aria. In questo modo non viene consumata energia eccessiva. Le porte e le finestre quindi durante il funzionamento del condizionatore devono rimanere chiuse ed isolate.
  • è buona norma anche durante l’utilizzo del condizionatore non accendere contemporaneamente troppi elettrodomestici per evitare il sovraccarico del contatore.
  • per ultima cosa non meno importante bisogna prestare attenzione alla manutenzione dei filtri da effettuare almeno ogni due mesi per avere un resa efficiente e una climatizzazione sana. Bisogna controllare anche la serpentina refrigerante una volta all’ anno e sempre annualmente, è necessario far controllare da un tecnico il livello del gas refrigerante.

Seguire questi semplici consigli può davvero essere utile sia a livello ambientale sia a livello economico per riuscire ad attuare un buon risparmio energetico.
Questi consigli inoltre ci aiutano a ricreare nelle nostre case e nei nostri uffici condizioni ottimali di comfort termico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *