La manutenzione e la pulizia dei pannelli fotovoltaici

Hai un impianto fotovoltaico?

Conosci le modalità e le tempistiche riguardo la manutenzione e la pulizia periodica?

Negli ultimi anni la diffusione di impianti fotovoltaici è aumentata in modo drastico, ma non sempre le persone sono sufficientemente informate riguardo le modalità di assistenza e manutenzione.

Oggi ti diamo una mano a fare chiarezza.

Innanzitutto ogni impianto fotovoltaico ha delle sue esigenze specifiche che dipendono dalle direttive specifiche della casa madre.
Per questa ragione non tutti gli impianti hanno bisogno della stessa manutenzione nè vanno puliti nello stesso modo.
E’ importante quindi seguire tutte le specifiche e le direttive per regolarsi sulle varie tempistiche.

In linea generale tutti i moduli fotovoltaici vanno puliti con prodotti specifici che permettono di rimuovere lo sporco che si è depositato su di essi in modo efficiente e senza recare alcun tipo di danno all’impianto.
Particolare attenzione va prestata nel caso in cui i moduli avessero un rivestimento in vetro.
In questo caso la soluzione ideale è quella di pulire la superficie del modulo solo ed esclusivamente con dell’acqua.

E’ questo il periodo ideale per pulire i pannelli fotovoltaici perchè il clima è umido e in queste condizioni i pannelli si sporcano molto più facilmente.

Avere un impianto con dei pannelli non perfettamente puliti sarebbe uno spreco perchè queste condizioni non lo rendono produttivo nel massimo delle sue capacità.
Ecco perchè la pulizia è fondamentale.
Senza di questa la capacità di produzione di energia si ridurrebbe in modo netto.

Anche la manutenzione è fondamentale e necessaria.
Infatti anch’essa insieme alla mancata pulizia dell’impianto può ridurre in modo significativo la capacità produttiva di energia del tuo fotovoltaico.

Anche se da effettuarsi periodicamente, la manutenzione non ha una scadenza fissa e precisa. Per decretare il momento ideale per svolgerla, vanno valutati diversi fattori, in primis il tipo di clima.

L’ideale per riuscire a capire il momento opportuno di intervento,  sarebbe monitorare periodicamente l’impianto attraverso l’installazione di un sistema di monitoraggio o in alternativa farsi seguire regolarmente dal tecnico che lo ha installato e che conosce nel dettaglio i processi elettrici dell’intero sistema.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *